Cookie Policy

Via delle Repubbliche Marinare, 495 - 80146 Napoli

+39 333 19 47 001

Orario di Apertura

Lunedì: 9:00 – 13:00 / 15:00 – 19:00
Martedì: CHIUSO
Mercoledì: 9:00 – 17.30
Giovedì: 12:00 – 19:30
Venerdì: 09:00 – 15:00
Sabato e Domenica: CHIUSO

Appuntamenti

Il tuo sorriso perfetto è a portata di click!

Cosa può provocare un granuloma?

Una delle infiammazioni che colpiscono i denti è il granuloma, un disturbo spesso asintomatico che colpisce l’apice radicale, ovvero il punto più estremo della radice del dente e i tessuti circostanti. Scopriamo cosa può causare un granuloma nel dente, quali sono i sintomi e quali possono essere le cure. 

Cause del granuloma

Perché vengono i granulomi ai denti? I granulomi apicali sono delle infiammazioni croniche causate da un dente devitalizzato molto tempo prima, oppure da carie profonda trascurata e sottovalutata, e da altri fattori come:

  • Pulpiti (infiammazioni) della polpa dentale
  • Traumi dentali
  • Corpo estraneo nella gengiva
  • Irritazioni croniche
  • Complicanze post intervento

Il granuloma, in caso di dente devitalizzato può scatenare un’infiammazione cronica che se entra in profondità nel nervo causa un’infezione batterica che si evolve nel tempo. Il paziente molto spesso non si accorge di quanto sta succedendo, perciò al minimo sintomo deve sottoporsi ad un controllo accurato dal dentista.

Quali sono i Sintomi di un granuloma presente in un dente devitalizzato?

I sintomi del granuloma al dente devitalizzato non si presentano nella fase iniziale, in quanto l’infiammazione è asintomatica, per cui individuare il problema è difficile. Batteri e granulociti possono convivere in equilibrio anche per diversi anni, e solo quando questo si rompe e i globuli bianchi avanzano si manifestano sintomi acuti che fanno sospettare la presenza di infezione. I più comuni sono:

  • Mal di denti
  • Gonfiore alle gengive
  • Dolore acuto e martellante 
  • Ingrossamento dei linfonodi del collo
  • Mal di testa
  • Dolore all’occhio se il dente colpito è nell’arcata superiore

I sintomi compaiono perché il granuloma aumenta di volume e si va estendendo, raggiungendo anche la superficie ossea. La conferma del granuloma viene data da una ecografia che eseguirà il dentista.

Cosa succede se non si cura un granuloma?

Se non si interviene per curare il granuloma il rischio è di infettare la zona e formare una fistola o delle cisti. Non solo, il dente subisce un danno ulteriore e diventa un serbatoio d’infezione, e le tossine che passano in circolo possono causare malattie in organi importanti. Si tratta di casi rari, che comunque si possono evitare curando il granuloma.

Cura del Granuloma Dentale

Poiché è un’infezione batterica, erroneamente si crede che per curare il granuloma dente l’antibiotico sia sufficiente. In realtà bisogna intervenire con altri trattamenti, che sono:

La devitalizzazione del dente va fatta quando si tratta di un caso semplice, mentre se il granuloma si è formato sul dente già devitalizzato si procede con il trattamento canalare, che prevede la rimozione della polpa, la pulizia del canale radicolare e la sua otturazione.

Invece, se sono presenti protesi con corone o ricostruzioni dentali complesse la soluzione per curare definitivamente il granuloma è l’apicectomia, cioè la rimozione chirurgica dell’apice radicolare. Nei casi più gravi si procede all’estrazione del dente.

L’estrazione del dente infetto è il rimedio più indicato quando si tratta di granuloma dente devitalizzato e incapsulato, una patologia piuttosto grave.

Quanto tempo ci vuole per guarire un granuloma?


Per guarire da un granuloma possono volerci circa 6-12 mesi, ma spesso anche molto di più. Il periodo di guarigione varia in base alla gravità dell’infiammazione e alla bravura del professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiama Ora